La capacità di ascolto conquista il cliente

La capacità di ascolto conquista il cliente

Anche per i professionisti è l’ora di un restyling. Date per acquisite le competenze tecniche, la professione oggi si è evoluta verso forme di consulenza sempre più articolate e a fare la differenza sul mercato sono anche la capacità di ascolto empatica del cliente e le doti di mediazione tra le parti. L’avvocato “litigioso” pronto a inanellare ricorsi su ricorsi, il consulente fiscale in grado di leggere la realtà solo attraverso i numeri appartengono sempre più a schemi vecchi e non ripetibili.

L’avvento di internet e dei social rende l’informazione alla portata di tutti, per distinguersi il professionista deve inserire la sua personale riflessione nella tematica presentata dal cliente, deve dotarsi di abilità relazionali e di una visione prospettica che consentano di formulare una strategia di intervento, sia a breve che a lungo termine. Il professionista è per sua natura l’intermediario tra le istituzioni e i cittadini; il suo lavoro è intriso di quell’aspetto sociale che non permette di trascurare le reali esigenze dei clienti in questo momento storico ed economico.

Le doti comunicative, compreso l’ascolto efficace, sono quelle che determinano il successo della mediazione dove l’impulso automatico alla ripicca lascia spazio alla voglia di guardare oltre il conflitto. Si tratta di far capire al cliente che il litigio lega al pari di un rapporto idilliaco e che la vera vittoria si ha quando le parti conquistano la loro libertà.

 

 



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi